Русский портал про Силы Самообороны Японии
Военно-спортивная игра страйкбол
menu
Разделы
О страйкболе [3]
Введение в игру
Наша команда JGSDF [3]
О нашей команде
Наше вооружение [12]
Допустимое командное вооружение
Россия-Япония

С 16.08.1979 года Санкт-Петербург (Россия) и Осака (Япония, префектура Осака) являются городами-побратимами

ФОБОС: погода в г.С.-Петербург

ФОБОС: погода в г.Осака

Дата и время в Осаке:
Достала реклама?
Firefox ADBlock Для комфортного просмотра сайта используйте браузер Firefox с антирекламным плагином ADBlock.
Главная » Статьи » Страйкбол » Наша команда JGSDF
Другие энтузиасты Сил Самообороны (Италия)
В Италии тоже есть увлеченный JGSDF страйкболист Роберто.
На конференции  www.softairmania.it он поместил несколько интересных фотографий в теме "JGSDF BDU Sefuku Boko Type2, Bodyarmor PASGT, CCT Chest Rig, IOTV". Ниже я размещаю их с оригинальными коментариями:


JGSDF BDU Sefuku Boko Type2, Bodyarmor PASGT, CCT Chest Rig, IOTV

    come mi ero ripromesso, in giappone ho dato la caccia all intero equipaggiamento giapponese, per collezionismo e per un certo interesse nelle soluzioni da loro adottate, sopratutto nell ultimi rischieramenti in iraq, cosa che ha radicalmente modificato il loro approccio militare.
    per ora mi sono accontentato di equipaggiamento base da grunt's, non che il body armor stile ciras recentemente adottato, non mi abbia fatto.....sbavare, ma il prezzo, 280000 yen per il completo, e il fatto che da solo il corpetto risultava di scarso utilizzo, data l'impossibilità di reperire altre pouch nell pattern, al di fuori dell giappone mi ha fatto desistere....senza contare che avendo acquistato gia altri 3 tattici...lo spazio in valigia era finito, alla fine non ho resistito e mi sono accattato tutto il resto, che naturalmente al piu presto sarà completato da un howa.




la mimetica è la nuova shynokya,ideata e adottata dai ranger nipponici simile alla raid bdu americana, mentre il body armor è una versione migliorata dell pasgt americano!
recensione!
jgsdf sefuku boko - uniforme d'assalto della forza di autodifesa nipponica

*storia
l'attuale mimetica nipponica, denominazione "type2 camo" è stata introdotta fra il 1989 ed il 1992, sostituendo la più classica type1, avente pattern molto simile all'americana woodland ed alla prima mimetica del dopoguerra, (olive drab dei mitici film di gojira aka.godzilla).
ad oggi esistono 5 tipi di bdu ufficialmente adottati, aventi medesime specifiche, ma con varianti di pattern e di alcuni particolari: la ranger in mio possesso, l'invernale, l'estiva, la parà (destinata ai reparti dell'aviazione, dai colori molto più simili alla type1, ma con più marrone e sabbia) e la versione della guardia costa nipponica (di pattern semplicemente blu).

*particolarita'
partendo dal presupposto che ho potuto solo esaminare per alcuni minuti la standard, invernale ed estiva, questa presentava un disegno piuttosto comune, simile all'americana woodland, con, però, alcune differenze. innanzitutto, la chiusura delle tasche è in velcro, tranne le cargo dei pantaloni. nella fascia lombare, vi è una serie (4) di passanti alice, che mi hanno detto vengano utilizzati per agganciare direttamente le tasche porta caricatori…. (dubito per più di una mezzora, visto che il tessuto era, sì grosso, ma non rinforzato... comunque il rivenditore mi ha fatto capire che si trattava di un metodo utilizzato solo per l'addestramento al tiro in poligono). sulle spalle vi sono 3 passanti per la mimetizzazione "in loco" con rami ed altro! (questi, almeno, parrebbero avere un utilizzo intelligente…). per il resto vi erano portapenne sul braccio sinistro ed un porta coltellino. multitool? qui il mio giapponese ha fallito miseramente nella comprensione del ragazzo!

*ranger type
destinata ad accoppiarsi con il nuovo vestiario stile molle, adottato dai reparti ranger recentemente addestrati dai berretti verdi americani, ha avuto il suo battesimo del fuoco in iraq per le operazioni di aiuto umanitario. notevole il loro iba "interceptor", la cui modularità supera quella della sua controparte americana. dato però che non è in mio possesso (per ora!!!), non ne parleremo.
la bdu si presenta in 30% cotone e 70% nylon, indi particolarmente resistente e calda, come le nuove americane.
grosso modo la dislocazione delle tasche rispetta la standard version con chiusure al velcro, tranne per una caratteristica: lateralmente alle tasche al centro del petto, si trovano due accessi alle stesse, chiusi da velcro. inoltre, troviamo tasche stile raid bdu sulle braccia, con patch porta tesserino o bandiera (asportabile); non ci sono i passanti alice sulla zona lombare; tasche per le protezioni asportabili sono posizionate nelle zone gomito e ginocchia, abbinate a doppi rinforzi sul fondo/retro dei pantaloni; sui fianchi si trovano tasche cargo con chiusura a velcro e sui polpacci due tasche di grandi dimensioni (ma meno profonde di quelle che si trovano sulle acu) ed i naturali lacci di chiusura fondo pantaloni.




da notare che vi sono alcune modifiche effettuate direttamente dagli operatori sul campo, ad esempio: la rimozione della tasca cargo destra, per poter usare più correttamente la nuova fondina ufficiale (safariland 6004 od per sig con accessori), oppure la cucitura di quadrati di cordura 1000 denari sulle tasche porta protezione ed altri piccoli accorgimenti che spero di comprendere e riferirvi al più presto.


*fattura e pattern
secondo un esperta sarta, il filo utilizzano nelle cuciture è filo di naylon di notevole spessore e resistenza. sono inoltre completamente assenti difetti di fabbricazione (in questo si rivelano proprio giapponesi!): è in assoluto la miglior mimetica in mio possesso, persino meglio della tanto decantata cry multicam… e non sto scherzando.
il pattern è decisamente europeo-estivo, sempreverde-nordico, adatto quindi alla loro flora: direi che, tranne sulla neve, dovrebbe comportarsi bene anche sui nostri appennini.


*accessori
ranger cap., il classico berretto americano rivisitato, cui caratteristica peculiare, oltre al solito standard produttivo, è la retina mimetica asportabile ed inseribile, mediante velcro, frontalmente nella visiera (per un mimetismo rapido in caso di appostamento) oppure posteriormente (per una copertura delle parti del collo esposte al sole, reminiscenza delle campagne militari dell'impero del sol levante!).

*giubbetto antischegge tipo pasgt
risalente all'entrata in servizio del pattern type2, il giubbetto, derivato del pasgt americano, ha, di fatto, affiancato il gibernaggio alice ed è tuttora utilizzato dalle divisioni di fanteria e meccanizzate della jgsdf e della jasdf. massiccio e veramente imponente, "fa la sua porca figura", dato il mimetismo e la fattura ottima. frontalmente ha 4 portacaricatori, i due esterni per 3 car tipo m16 mentre i due interni per 2 soli car, e c'è una tasca porta oggetti sul lato sinistro del petto. l'chiusura del giubbetto avviene attraverso due falde di velcro, una sovrapposta alla altra. sulla schiena, zona lombare, tornano i passanti stile alice, questa volta notevolmente più robusti e spessi, ed in numero superiore, mentre nella parte alta vi sono i soliti 3 passanti per la mimetizzazione rapida locale! il colletto di notevole spessore è un po’ opprimente per i miei standard, ma risulta ottimo per l'utilizzo di armi piuttosto pesanti, (lsw, minimi, etc..) in quanto consente l'appoggio della cinghia.



*buffetteria
ho corredato il giubbetto di fondina per la pistola d'ordinanza del esercito (sig p226 costruita su licenza, potrei dire arma degna di loro..).
le chiusure delle tasche, sono di due tipi, il classico americano, morsaa passante e fastex, tutti itw.
ho aggiunto un porta caricatore di riserva per pistola, con chiusura solo a velcro, e gancio alice.
completa il tutto, il telino per elmetto in kevlar modello pasgt: è trattenuto solo dal laccio perimetrale che serve per stringerlo e, a metà altezza, vi è una serie di asole per la classica fascia cats eye.

*note finali
nel suo insieme, il sistema type2 è di un discreto pattern, piuttosto efficace da loro come da noi, e spero di corredarlo al più presto di qualche altro pezzo, magari di tasche utility ed di un loro zaino 3day in pattern (visto solo di sfuggita), oppure di qualche pezzo della magforce (brand della maxspedition in oriente), che ha cominciato a produrre il suo materiale anche in pattern nipponico. senza contare che, come in tutti gli eserciti del mondo, i giapponesi accoppiano materiale vecchio e nuovo alla bisogna: indi un bel sistema alice od nuovo e non marcato us, potrebbe integrare perfettamente l'equipaggiamento.
per la sua vestibilità, è decisamente ottimale (molto simile alle acu a cui si ispira, indi improntato su comodità e facilità di utilizzo). è inoltre decisamente per sfatare la diceria secondo cui tutti i nippo siano piccoli: questa è abbondantemente in taglia per me (185 per 100kg)… certo, più grossa o lunga di così non c'era..., e direi che sono stato più che fortunato, ad averla trovata. per il vest è un discorso diverso: vi sono solo 3 taglie, piccola media e grande, e, naturalmente, l'ultima è la più facile da trovare.

*reperibilita'
qui vengono le note dolenti: il giappone non esporta tecnologia militare, né equipaggiamento di alcun genere che sia utilizzato dalle forze di autodifesa, quindi è tecnicamente impossibile acquisire mimetiche ed affini al di fuori del paese e tantomeno dai loro onlineshop (che, come avrete notato, esportano di rado materiale da softair, figuriamoci cose illegal!)... l'unico modo di trovarle è, a parte avere contatti, andarci di persona.
confido nei nostri amici cinesi, che, magari, potrebbero cominciare a copiare anche quelle...
da notare che gli stessi giapponesi non fanno molto per evitarlo: sulla mimetica stessa vi è solo una targhettina di cotone in cui vanno apposte la firma del proprietario ed il suo reparto e l'unica altra informazione (che non contempla la fabbrica) è la carta dei lavaggi in inglese e giapponese!
secondo anno
ranger split chest rig




terzo anno
airborne setup
molle gear.



ord cct tactical chest rig
introdotto negli ultimi 2 anni, dopo le operazioni condotte dal recostruction team, inviato dal governo giapponese come partecipazione alla ricostruzione del devastato iraq, assieme ai nuovi iba, ormai passati alla territoriale sostituiti dai nuovissimi ba della blackhawk.
l'ord è una leggera piattaforma molle in cordura 600 den, leggera e robusta, di derivazione come disegno hsgi serie datch, da quello che mi è stato detto la stessa prima fornitura è stata prodotta direttamente dalla nota ditta americana, le seguenti serie di cui questo fa parte, sono prodotti localmente con alcune varianti.
assieme a questa nuova generazione di vest, sono state introdotte svariate novita comprese le bellissime tasche porta caricatori, di cui ho dotato il chest rig, esse sono in grado di portare due caricatori stanag, ambe due le sezioni delle tasche è dotata di falda velcrata, indipendente e di kydex interno, per trattenere il caricatore anche con la falda aperta, la sua conformazione è piu simile ai porta caricatori per pistola, che come le tasche fb della ei.
indubbio che il sistema sia veramente eccezzionale, per resistenza, rapidità di estrazione e ritenzione del caricatore senza falda, veramente un ottima trovata, e dai primi miei test pienamente funzionante, dello stesso modello esistono anche mono caricatore, che ho sistemato sulla padded leg panel della magforce.



il tattico come la serie datch, è dotata di tasca cartografica, con varie taschine per gps e penne.
un ottimo prodotto sicuramente, un bel balzo in avanti considerando fino a 5 anni fa, i giapponesi erano dotati di alice e pasgt system.

e ora:
iotv full body armor.
produzione giapponese su licenza americana, attualmente in servizio con solo 2 reparti della crf(central readyness force) jgsdf.
i materiali, come nel caso del ord cct, sono di grande qualità, doppie e triple cuciture, identico nel design al iotv del us army, magari non sarà, il meglio disponibile, ma sicuramente dal pasgt al otv attualmente in fase di distribuzione, il salto è notevole, fattore che rispecchia l 'intento del governo giapponese di rendersi indipendente, per quanto riguarda forze speciali e capacità sf, dal alleato di sempre.




al piu presto test sul campo.

Категория: Наша команда JGSDF | Добавил: harushima (07 Июл 2010)
Просмотров: 3384 | Рейтинг: 0.0/0 |
Всего комментариев: 0
Добавлять комментарии могут только зарегистрированные пользователи.
[ Регистрация | Вход ]
Форма входа
Поиск Google
Статистика
Яндекс.Метрика
Онлайн всего: 1
Гостей: 1
Пользователей: 0

© 2024
Русскоязычный ресурс посвящённый силам самообороны Японии
日本自衛隊についてのロシア語のウェブサイトです。
Если вместо кандзи видны квадраты, решение здесь.
JGSDF airsoft team